Primarie, dopo Landella anche Iaccarino e Mainiero

Il sindaco di Foggia, Franco Landella, ha annunciato la partecipazione al tavolo delle primarie che si terranno nel capoluogo il prossimo 27 febbraio. Ma non è l’unico, perché a stretto giro anche i consiglieri comunali Leonardo Iaccarino e Giuseppe Mainiero hanno espresso la volontà di esserci.

“Non ho mai appoggiato Landella, ma nell’ultima parte del mandato ho solo scongiurato l’arrivo di un commissario prefettizio che avrebbe paralizzato la città. Io sarò della partita come espressione dell’area moderata di centro e assicuro che chi meglio uscirà da queste primarie potrà contare sull’appoggio incondizionato di tutti gli altri”, dice a Teleblu Leonardo Iaccarino. Il consigliere era stato tra i “responsabili” (insieme a Cassitti e Clemente) che durante l’ultima crisi di governo nell’estate del 2018 appoggiarono il primo cittadino garantendo i numeri utili per non terminare anzitempo la parentesi amministrativa.

Era nell’aria, ed è confermata anche al TgBlu, la candidatura di Giuseppe Mainiero di Fratelli di Italia: “Il centrodestra ha deciso che Landella non sarà automaticamente candidato della coalizione e questo è un buon segno. La mia candidatura è in discontinuità da quanto fatto in questi ultimi 15 anni. Dobbiamo ricostruire il centrodestra che Landella ha devastato durante il suo mandato”, dice il meloniano.

Il frazionamento e un maggior numero di candidati potrebbe agevolare il sindaco uscente? “non sono io a dover spiegare perché mi candido in contrapposizione al sindaco, visto che l’ho osteggiato negli anni. Piuttosto è chi lo ha sempre appoggiato ed oggi si candida contro a dover spiegare le ragioni politiche”, chiosa Mainiero.

Michele Cirulli

 

 

 

Condividi sui Social!