Politica 2.0, a Manfredonia tavola rotonda con Vitali-Gentile-Barone-Mauro

La prima edizione di "Destinazione Futuro", l'evento organizzato dall'associazione "Odissea Club" si è chiusa con un dibattito politico. "Partiti e Politica 2.0", un confronto aperto tra rappresentanti del mondo delle istituzioni e della società civile sul nuovo ruolo della rappresentanza e della partecipazione attiva. Alla tavola rotonda, moderata dalla giornalista Antonella Caruso, hanno preso parte il coordinatore regionale di Forza Italia, Gino Vitali, il presidente dei Popolari per l'Italia, Mario Mauro, la consigliera regionale del M5S, Rosa barone e l'europarlamentare del PD, Elena Gentile. Un dibattito sereno dove sono stati evidenziati i problemi che stanno attraversando i partiti e più in generale la politica italiana, alla vigilia del referendum sulle riforme costituzionali e delle elezioni politiche. Tutti o quasi d'accordo: "In Italia la politica è malata, e ancora più gravi stanno i partiti politici. "Basta con i vecchi politici, bisogna dare spazio alle nuove generazioni – ha detto Vitali – se vogliamo evitare di farci asfaltare". "Ripensare i partiti – aggiunge Elena Gentile -, ritornando a considerarli come luogo di confronto, fuori dei partiti non c'è la politica, vi sono solo comitati elettorali oppure passaggi poco democratici legati ad un rigurgito di demagogia e populismo". Più tranquilla Rosa Barone del M5S: "Sono glia altri che devono cambiare registro, noi la politica 2.0 l'abbiamo inventata e la stiamo praticando da tempo.  Infine Mario Mauro che fa un passaggio sul prossimo referendum. "Il dato nuovo è la sensazione che la legislatura si allunga se vince il "No a ottobre, non se vince il Sì. L'ex ministro Mario Mauro ragiona a voce alta: "Prima del referendum Renzi cerca un pretesto per andare a elezioni anticipate, per scagliarsi contro il Palazzo e dire: lo vedete, non vogliono farmi cambiare l'Italia. Ma non è facile sciogliere. Se perde il referendum Mattarella ci mette meno di venti minuti a fare un governo".

Redazione

Condividi sui Social!