Omicidio maresciallo Di Gennaro: domani funerali di Stato a San Severo

Si svolgeranno martedì pomeriggio, molto probabilmente, nella cattedrale di San Severo le esequie di Vincenzo di Gennaro il maresciallo maggiore dei carabinieri ucciso sabato mattina a Cagnano Varano da Giuseppe Papantuono. Saranno funerali di Stato alla presenza dei vertici nazionali delle forze dell’ordine ma anche dei vertici del Governo e rappresentati di quello Stato per cui il maresciallo Di Gennaro ha dato la vita nel compimento del suo dovere. In mattina, sempre a San Severo, ci sarà la Camera Ardente che sarà allestita nel sala consiliare del Comune foggiano. Il feretro arriverà alle 10. Intanto in queste ore sarà effettuata l’autopsia nel reparto di Medicina Legale degli Ospedali Riuniti di Foggia. Ai funerali non potrà essere presente Pasquale Casertano il carabiniere ferito nella sparatoria di Cagnano Varano. Ieri pomeriggio il militare è stato sottoposto ad un intervento chirurgico per estrarre il proiettile sparato da Papantuono. Un intervento reso necessario per alcune complicazioni. Ora, però, il quadro clinico del militare è stazionario. Sul fronte delle indagini è tutto ormai quasi chiaro. Papantuono sabato mattina ha sparato perché voleva colpire i carabinieri. Non le due vittime ma qualsiasi uomo che indossava la divisa dei carabinieri per vendicarsi di aver subito, qualche giorno prima, una perquisizione a casa. Un vero e proprio atto di follia senza alcuna giustificazione. Un atto di follia, un omicidio di un servitore dello Stato che deve far riflettere, come ha spiegato il procuratore Vaccaro, sulla criminalità dilagante in provincia di Foggia e sulla possibilità di recuperare troppo facilmente una pistola, un fucile. Un’arma con cui uccidere.

Condividi sui Social!