Medimex: l’edizione Spring a Foggia è stata un successo. 25mila le presenze

Boom di partecipazioni a Foggia per l’edizione Spring del Medimex: sono state circa 25mila le presenze registrate nel capoluogo dauno per il Festival organizzato da Puglia Sounds, attuato con il Teatro Pubblico Pugliese. Un bilancio estremamente positivo anche sui social: oltre 1milione di persone raggiunte su Facebook, e grande visibilità mediatica. “Foggia ha risposto in modo fantastico – commenta Peppino D’Urso, presidente del TPP – e particolarmente straordinaria è stata l’attenzione dei giovani, che in massa hanno preso parte a tutti gli appuntamenti diffusi nella città”. 

Gli fa eco Cesare Veronico, coordinatore Puglia Sounds/Medimex: “Sono davvero felice della riuscita dell’intera manifestazione. Nonostante il maltempo, 25mila presenze rappresentano un ottimo risultato, al di sopra delle nostre aspettative”. 

Nonostante le condizioni climatiche particolarmente avverse, è stato un successo il concerto jazz coordinato da Renzo Arbore, che ha chiamato a raccolta il trombettista Enrico Rava, The Italian Trio (la formazione capitanata dal pianista Dado Moroni, con Rosario Bonaccorso al contrabbasso e Roberto Gatto alla batteria), il sassofonista Stefano Di Battista, il pianista Enrico Zanisi, la vocalist Nicky Nicolai e l’ospite speciale Noemi. E pubblico delle grandi occasioni per l’unica data italiana del tour mondiale di Bryan Ferry, l’ex frontman dei Roxy Music che, a margine dello splendido e raffinato concerto-medley, durante il quale ha riproposto tutti i grandi successi da solista e con la sua storica band, ha ricevuto il Premio Medimex Foggia.

Foggia ha fatto registrare una larghissima partecipazione anche agli Incontri d’autore, con file agli ingressi, entusiasmo alle stelle del pubblico e sale di Palazzo della Dogana e Teatro del Fuoco prese d’assalto dagli appassionati per gli incontri con Klaus Voormann, Renzo Arbore, Maurizio Carucci degli Ex-Otago, Noemi, Ermal Meta, Nina Zilli e Pierdavide Carone. Sala piena anche al Conservatorio Giordano per il concerto Beatles and more dell’Orchestra Young dell’Istituto. E ottima affluenza a Palazzo della Dogana per le mostre Pattie Boyd & The Beatles (inaugurata con un video mapping dedicato ai Fab Four dall’impatto visivo ed emotivo davvero particolare) e Two for Jazz, e alla Fondazione Monti Uniti per il Fender Vintage dedicato alle celebri chitarre americane. Bilancio estremamente positivo, inoltre, per le lezioni del Songwriting Camp e del Puglia Sounds Musicarium. Le due scuole dedicate ai mestieri della musica hanno fatto registrare 170 partecipanti.

Condividi sui Social!