Gino Lisa, Landella: “Ora tocca alla Regione aprire i cantieri”

“Il rilascio del nullaosta per i lavori di allungamento della pista dell’aeroporto ‘Gino Lisa’ da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti è una notizia positiva, che chiude settimane di polemiche ed un lungo rimpallo di responsabilità. Come ho avuto modo di dire nel recentissimo passato, più che il ‘gioco del cerino’ ai foggiani e alla comunità della Capitanata interessavano ed interessano risposte concrete. Perché questa terra, soprattutto in relazione al tema strategico della mobilità, ha bisogno di fatti e non di parole.
Questa firma permette quindi di proiettare la prospettiva dell’allungamento della pista in una dimensione operativa e non solo di programmazione. Ed è particolarmente importante che adesso la Regione Puglia acceleri i tempi per l’apertura dei cantieri ed il materiale inizio dei lavori. Non c’è più nulla da attendere e sarebbe gravissimo rallentare ulteriormente la realizzazione di un intervento decisivo per restituire piena operatività e funzionalità al nostro scalo aeroportuale.
Il passato, purtroppo, ci ha insegnato che circa il futuro del ‘Gino Lisa’ ad ogni novità virtuosa è stato necessario affiancare una serrata attività di vigilanza, che il Comune di Foggia è pronto ad esercitare e ad assicurare anche in questa occasione. Abbiamo ancora memoria delle procedure presentate a Bruxelles e più volte ritirate dalla Regione Puglia; della lunghissima interlocuzione con la Commissione Europea sugli aiuti di Stato; della carenza documentale della Regione Puglia relativa alla Valutazione di Impatto di Impatto Ambientale, che soltanto grazie all’impegno diretto dell’Amministrazione comunale la Commissione del Ministero dell’Ambiente rilasciò, dopo mesi e mesi in cui questa vicenda era quasi avvolta dal mistero; del ricorso presentato dal Comune di Foggia, in collaborazione con il Comitato ‘Vola Gino Lisa’, attraverso cui il TAR Puglia dispose l’annullamento dell’archiviazione del procedimento di approvazione del progetto di allungamento della pista da parte del Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche.
Insomma, i precedenti ci inducono a salutare con favore il rilascio del nullaosta, mantenendo tuttavia altissima la nostra attenzione rispetto a ciò che da questo momento sarà messo in moto. Da oltre dieci anni, infatti, la nostra comunità aspetta l’allungamento della pista. L’appello che rivolgo al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e agli assessori regionali Raffaele Piemontese e Leonardo Di Gioia, è dunque quello di seguire in modo preciso e scrupoloso questo dossier, assicurando un rapidissimo avvio dei lavori. Da questo momento ogni nuovo ritardo sarebbe del tutto incomprensibile”.

Condividi sui Social!