Folle corsa in moto contro i Carabinieri: finisce contro un palo e arrestato

In sella alla sua grossa moto si è messo a sfidare i Carabinieri per le vie di San Severo, facendogli anche gestacci con le mani. I militari della Sezione Radiomobile del NORM della Compagnia di San Severo hanno arrestato L.E. B, cl. ’89, pregiudicato del posto. Nella tarda serata di ieri, in pieno centro cittadino, una pattuglia di Carabinieri, precedentemente chiamati da alcuni cittadini infastiditi e preoccupati dal suo comportamento, hanno intercettato il ragazzo mentre, in sella ad una moto da enduro di grossa cilindrata, effettuava pericolose manovre in velocità, zigzagando tra le auto intrappolate nell’intenso traffico della movida urbana. Quando gli hanno intimato lo stop, lui ha reagito con un atteggiamento di sfida ai Carabinieri, ostentando anche gesti oltraggiosi. I militari, non potendo escludere che il giovane fosse armato e volesse garantirsi la fuga dopo aver consumato una rapina, lo hanno inseguito, fino a quando, una decina di minuti più tardi, ha finito la sua folle corsa contro un palo dell’illuminazione a circa 100 km/h. Una volta bloccato, dopo avergli fatto prestare le cure del caso da personale medico, dato che nell’impatto con il palo si era provocato numerose escoriazioni, è stato dichiarato in arresto.
Il motoveicolo è stato poi sequestrato per mancanza della copertura assicurativa, mentre l’arrestato, dopo essere stato sanzionato per le gravi inosservanze delle modalità di guida dei motocicli e per la circolazione non commisurata alle situazioni ambientali, è stato posto agli arresti domiciliari, a disposizione della Procura della Repubblica di Foggia.

Condividi sui Social!