Cerignola-Taranto 5-1, la serie C non è più un sogno

La serie C non è più un sogno per il Cerignola che ha strapazzato meritatamente il Taranto, umiliandolo con un pesante 5-1 al termine di una gara giocata a senso unico. Dopo aver sfiorato in più di una occasione il vantaggio, il Cerignola passa al 33’ con Luca Russo al termine di un’azione personale di Lattanzio. Nella ripresa gol a grappoli con il Cerignola nettamente superiore al Taranto. Al 10’ sale in cattedra Loiodice che segna una rete straordinaria dopo un triangolo stretto con Foggia il quale nove minuti dopo sigla il 3-0. D’Agostino con un tiro da fuori area accorcia le distanze per gli ionici e riapre i giochi, anche se ci pensano Loiodice e Russo (doppiette personali) a chiudere il match sul 5-1. In sala stampa fa festa il presidente del Cerignola, Nicola Grieco. “Vittoria meritata, ma è una gioia a metà perché noi eravamo partiti per vincere il campionato. Siamo arrivati secondi, abbiamo vinto la finale play off e al 90% siamo in C. Sono molto fiducioso nelripescaggio”. Di tutt’altro umore il presidente del Taranto, Massimo Giove. “Una umiliazione, la più brutta partita in assoluto. Ringrazio Pannarelli, ma il suo corso sulla panchina del Taranto finisce qui. Da domani pensiamo ad un nuovo progetto tecnico”. “Mi assumo tutte le responsabilità – aggiunge il tecnico rossoblu. Non si può giocare così male una finale. Prenderei tutti a calci, ad iniziare da me”.

Saverio Serlenga

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

a

Condividi sui Social!