Caposiena: “Niente ballottaggio, ma è praticamente ex aequo con Bocola”

Non scioglie ancora i dubbi sul suo futuro politico, visto che in molti la danno uscente dalla coalizione del centrodestra. Ma un punto fermo Rosa Caposiena lo mette: “Nessun ballottaggio, ma politicamente parlando il risultato è un ex equo”. Al di là delle polemiche, però, il regolamento del centrodestra non ha mai previsto l’obbligo di ballottaggio, piuttosto “la facoltà”, da parte del Comitato, di prevederlo.

Caposiena svela un aneddoto: “Di certo Bocola e Potenza lo invocavano la sera dello spoglio allorquando ero io ad essere in vantaggio. Ed ho il sospetto che lo avrebbero preteso. Cosa si pensa in questi casi? Che in Puglia la lega doveva vincere almeno da una parte le primarie e per poco non succedeva nemmeno qui”.

È stata proprio Forza Italia, insieme ai partner di coalizione, a fugare ogni dubbio, ieri, sulle “illazioni” e “supposizioni” avanzate nella città di San Severo: “Il Regolamento, che in seguito ha visto la condivisione di Forza Italia, Idea e numerose liste civiche, è stato presentato e consegnato ai giornalisti in una conferenza stampa il 28 dicembre scorso. In nessun passaggio si fa riferimento a un ipotetico “ballottaggio” da tenersi a conclusione della prima (e quindi unica) data delle Primarie”, si legge nella nota.

Per questo Caposiena, che ritiene che lo scarto con Bocola sia al di sotto del 2%, rinuncia al riconteggio delle schede: “Non ho sollevato polveroni sul ballottaggio perché mi pare evidente che sono girati due regolamenti regionali sulle primarie che sarebbero stati utilizzati ad uso e consumo a seconda del risultato. Se la mia segreteria di partito sposa la tesi dell’inesistenza del ballottaggio è chiaro che non ha senso chiedere il riconteggio delle schede”.

Dunque, numericamente tutto resta com’è: il ballottaggio non esiste e non sarebbe esistito poiché lo scarto tra i due concorrenti ha superato il 2%. “Non so se è il caso di dire… “galeotto” fu il 2% in più. Ma lo dico. Quindi niente ballottaggio”, conclude Caposiena.

Adesso è la tenuta della coalizione a preoccupare: la sconfitta della forzista avrà ripercussioni sul centrodestra? Caposiena appoggerà la rivale Bocola o correrà in solitaria con una rosa di civiche in suo sostegno?

Michele Cirulli

 

 

 

Condividi sui Social!